Seleziona una pagina

Verdura di stagione | La verdura di dicembre riscalda il cuore.

da | Dic 4, 2020 | Firenze

Iniziamo sfatando un’idea sbagliata, cioè che a dicembre la terra sia già andata in letargo e non ci sia più verdura nei campi. Niente di più falso! Le verdure a dicembre abbondano, e possono essere ottime compagne per la salute in questi mesi invernali, oltre che un’occasione per depurarsi dai pasti pesanti delle festività natalizie. Scopriamo insieme nomi, qualità e ricette degli di questo mese.

Barbabietola. La verdura più rossa della stagione

spesa domicilio firenze

Tubero di colore rosso e dal sapore dolce, quasi zuccherino, le barbabietole sono verdure ideali per la stagione fredda, e per preparare zuppe e creme. Conosciute anche come barbe rosse, rape rosse, o addirittura carote rosse.

Le proprietà della barbabietola rossa sono tante come i suoi nomi: ricca di sali minerali, fibre, acqua e zuccheri, questi tuberi colorati hanno un alto potere saziante e stimolano la diuresi, oltre a favorire il processo digestivo, e a mantenere in salute l’intero sistema cardio-vascolare, per la betaina contenuta.

Come cucinare la barbabietola

Alcune idee di ricette per preparare la barbabietola: si va dal carpaccio di barbabietola, un antipasto senza carne e 100% vegetariano che con l’aggiunta di melagrana e caprino diventa “la morte sua”, oppure gli gnocchi di barbabietola, così sottili e delicati, come lo è anche il risotto barbabietola e robiola. Fresca e morbida, la barbabietola può essere aggiunta all’insalata, insieme alle carote. Divertitevi a colorare i vostri piatti e contorni con questo ortaggio simpatico !

Come conservare la barbabietola

Diverse sono le opzioni per conservare la barbabietola: si può tenere fresca in frigorifero per un periodo più lungo rispetto alle altre verdure, cioè anche un paio di settimane. È possibile anche congelarla: dopo essere state bollite per alcuni minuti, chiuderla all’interno dei sacchetti alimentari e poi riporla in freezer. E per chi ama avere nella dispensa i migliori contorni per il lesso e la carne, buona notizia: questa verdura di dicembre può essere conservata anche sott’aceto!

Cipolla. L’immancabile verdura di dicembre.

cipolla bio firenze

La cipolla è forse l’ortaggio più diffuso al mondo, ed è impiegata in una quantità innumerevole di ricette. Dall’inconfondibile odore pungente, la cipolla è ricca di acqua, povera di grassi e detiene proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e antitumorali.

Tagliarla, lo sappiamo bene, può essere un compito ingrato! Ma bisogna capire che è solo una reazione di difesa di questa verdura di dicembre: una volta tagliata o danneggiata, la cipolla libera una sostanza lacrimogena volatile, una molecola conosciuta come tiopropanal-S-ossido, che scatena la lacrimazione. Come non piangere tagliando la cipolla? C’è una tecnica semplice e molto usata fin dall’antichità: si può bagnare il coltello e il tagliere, riducendo così l’azione delle molecole irritanti.

Come preparare la cipolla

La cipolla è onnipresente in cucina: impiegata in piatti caldi e freddi, come condimento o per fare gli odori. Ma dovendo menzionare un piatto della stagione fredda, ricordiamo qui una zuppa, in particolare un piatto, semplice e gustoso della tradizione contadina come la zuppa di cipolle rosse alla Toscana: tagliare 0,5 kg di cipolle rosse, metterle in una pentola con dell’olio d’oliva. Fare appassire le cipolle a fuoco lento, e aggiungere un cucchiaio di farina, sale e pepe. Appena le cipolle sono cotte aggiungere un litro di brodo. Disporre in una zuppiera fette di pane arrostito, e strisce sottili di formaggio. Infine versare sopra il brodo di cipolle caldo, et voilà, in pochi minuti potrete portare tutto in tavola!

Come conservare la cipolla

Una volta raccolte, le cipolle entrano in un periodo di alcune settimane di dormienza, e in questo periodo la cipolla non cresce e non germoglia. Passato questo periodo le cipolle cominciano a “ributtare”, cioè a mandare nuove radici e germogli. Per evitare che ciò accada sarebbe opportuno o tenerle vicino agli zero gradi, oppure sopra i venti gradi, in un ambiente asciutto.

Se tagliata a metà, la cipolla può essere riposta in frigo ma attenzione! La cosa migliore è avvolgerla in una pellicola, per evitare che l’odore si propaghi dovunque. Le cipolle possono anche essere congelate: per farlo, bisogna tagliare la cipolla a pezzi e spargerla su una teglia di metallo, e poi messa in freezer. Una volta congelati, i pezzi possono essere spostati in un sacchetto, e pronti per essere congelati

Finocchi. Odori e sapori della stagione invernale

verdura dicembre

Il finocchio è un ortaggio che si ricorda per la sua aroma inconfondibile, e un gusto simile all’anice. Coltivata per la produzione del “grumolo”, l’insieme cioè delle guaine fogliari di colore bianco, carnose e unite le une alle altre con il fusto.

Non contiene grassi, ha pochissime calorie, e contiene oli essenziali: per questo il finocchio viene spesso utilizzato nelle diete dimagranti. il grumolo del finocchio è presente una buona percentuale di acqua, proteine, carboidrati. Sono inoltre presenti potassio, sodio, calcio e fosforo, vitamina A, B, C, D ed E, ed acido folico.

Il suo sapore, simile a quello dell’anice, veniva utilizzato per insaporire cibi o per coprirne i sapori. Noto fin dall’antichità principalmente per i suoi semi e l’aroma, il finocchio ha molte proprietà e viene sfruttato soprattutto per facilitare la digestione attraverso la creazione di tisane e decotti.

Come cucinare i finocchi

Il modo migliore per gustare il finocchio fresco e l’olio nuovo è quello di preparare un piatto semplicissimo, i finocchi all’olio! Tagliare i finocchi e farli a spicchi, poi metterli in una pentola con olio, sale e pepe. Coprire e cuocere a fuoco basso. Quando i finocchi sono cotti, toglierli dal fuoco e insaporire con una manciata di formaggio grattato sopra!

Come conservare i finocchi

Il finocchio può essere conservato in frigorifero nello scomparto per le verdure fino ad un massimo di 4 giorni. Se si vuole congelare questo ortaggio, da crudo è sconsigliato perché così perde tutte le proprietà organolettiche. Cuocere il finocchio prima di congelarlo è il metodo adatto: taglia il finocchio a fettine, immergilo nell’acqua bollente per un paio di minuti. Lascialo sgocciolare, asciugalo e riponilo nei sacchetti alimentari, poi inseriscilo nel congelatore. Così rimarrà fino ad un massimo di 8 mesi.

Da dove arriva a Firenze la migliore verdura e frutta fresca di stagione: Guado al Cerro, La Ciompa

Porri. L’ortaggio del mese che accompagna i tuoi piatti.

verdura bio firenze

Cugini delle cipolle dal sapore dolciastro e delicato, i porri possono essere i protagonisti o gli alleati di diversi piatti invernali. Ricchi di acqua, proteine, zuccheri, potassio e amminoacidi, i porri sono anche poveri di grassi.

Come preparare i porri

Una maniera davvero gustosa per preparare i porri è la zuppa di patate e porri, più nota come Vichyssoise. Innanzitutto bisogna tagliare e pulire i porri, eliminando la parte fibrosa, e metterli a cuocere. Sciogliere il burro in un tegame, e poi aggiungere i porri con il sale. Lasciare sul fuoco un quarto d’ora circa, e poi lasciare a fuoco basso. Aggiungere patate tagliate a cubetti e il brodo, e non appena le patate sono cotte, frullare il contenuto fino a che non raggiunge una consistenza morbida. Lasciare freddare. Non appena la zuppa è tiepida, aggiungere la panna fresca e del pepe, e servire in tavola!

Come conservare i porri

Per una conservazione a lungo termine, i porri possono essere congelati. Dopo aver eliminato l’estremità verde, troppo dura e fibrosa, tagliare i porri a metà ed immergerli in un catino pieno d’acqua, oppure passarli sotto l’acqua corrente. Dopo averli asciugati, possono essere inseriti in un sacchetto per poter essere congelati.

Spinaci. La verdura di dicembre che rende forzuti!

verdura firenze

Il nutrimento di Braccio di Ferro fa bene per tutte le età! Non è vero che sono la verdura più ricca di ferro che esista, ma è vero che gli spinaci fanno bene alla vista e al cuore, oltre che a fornire un importante apporto di fibre e di acqua.

Come cucinare gli spinaci

Ecco come fare per preparare un ottimo sformato di spinaci! Lessare gli spinaci per 10 minuti, poi frullateli nel mixer e ripassateli in un tegame con gli scalogni tritati e l’olio. Lasciare raffreddare. In un pentolino sciogliere a fuoco basso il burro e poi mescolare bene con latte, un cucchiaio di farina un pizzico di sale, una macinata di pepe e un pizzico di noce moscata.

Continuare a mescolare su fuoco basso finché la besciamella non si sarà addensata. Agli spinaci freddi unite la besciamella, le uova e il parmigiano grattugiato; mescolate bene gli ingredienti. Mettere il composto in una pirofila rettangolare, e cuocere in forno a 180°C per circa 30 minuti. Guarnite con foglie di basilico e servite subito.

Se questo piatto risulta troppo laborioso, gli spinaci sono la verdura di dicembre che meglio si sposa con la carne: spinaci saltati in padella con una punta di limone strizzato sopra, e i vostri ospiti ringrazieranno!

Come conservare gli spinaci

Una verdura come gli spinaci può essere conservata sia cotta che cruda. Cruda, in frigorifero nel cassettone delle verdure per un massimo di due giorni, chiusi in un sacchetto di carta. Per conservare gli spinaci cotti, lessarsi con acqua e un pizzico di sale, scolarli e strizzarli per bene. Potete essere adagiati su un piatto e conservati in frigorifero per un massimo di due giorni.

Possono anche essere congelati: basta sciacquare gli spinaci sotto l’acqua corrente, asciugarli con un tovagliolo di carta assorbente e chiuderli in un sacchetto alimentare di plastica, da riporre in freezer, dove possono rimanere per circa due mesi.

La verdura di stagione in un’unica soluzione

spesa online firenze

Desideri ricevere cassette piene di verdure a domicilio? Oplí consegna un pacco colorato di spesa stagionale direttamente a casa tua, carico di ortaggi a km zero: basta avere il domicilio a Firenze, Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino o Scandicci! E dentro trovi anche la migliore frutta del mese. Scopri il kit raccolto di Dicembre.

Ti potrebbe interessare anche…