Seleziona una pagina

Gli estratti depurativi Biobacche: ecco perché sono un paradiso di benessere

da | Gen 11, 2021 | Firenze

succhi di frutta detox online

Tutto ha inizio con due “giovani cinquantenni”, insoddisfatti del proprio percorso di vita e la voglia di cambiare tutto. Francesco lavora da venticinque anni in un’azienda vinicola, Andrea invece è un ex orafo. Si conoscono perché hanno i figli nella stessa scuola, e ogni volta si fermano a parlare davanti all’ingresso. Cosa fare da grandi? Tra una conversazione e l’altra, insieme scoprono una grandissima passione per il cibo genuino, sano e per gli estratti depurativi.

Comincia così la storia di Biobacche Toscane.

Produrre succhi di frutta depurativi in Toscana

estratti depurativi toscana

Nel 2016 Francesco e Andrea decidono di aprire Biobacche Toscane, un’azienda con un profilo dedicato al benessere al naturale che produce estratti depurativi di frutta naturali e di alta qualità. In quello che voglio fare cercano sempre un profilo di gusto, ma al tempo stesso un’attenzione al beneficio salutistico dei propri alimenti. Con questo obiettivo nella mente, attraverso migliaia di peregrinazioni riescono a trovare tutta una nicchia di piccole aziende agricole disposte a collaborare con loro.

Bello? Sì, moltissimo. Semplice? Per niente.

Francesco e Andrea chiedono a queste piccole aziende locali di fornirgli materie prime di qualità, così da potersi portare su un mercato un po’ più ampio. Per mercato più ampio, ci tengono a precisare, loro intendono gli alberghi, gli agriturismi e le parafarmacie, in cui ci sono dei gestori che vogliono prodotti un prodotto genuini, e non la GDO.
Ma la difficoltà è proprio uscire dalla nicchia del mercatino locale, principalmente per il costo: una qualità alta richiede dei costi più alti. Se un succo al supermercato costa 1 euro, quello di Biobacche costa 4 euro, e questo per poter essere coerenti con gli standard di qualità che si intende garantire. Come fare dunque?


È affrontando questa prova che si profila l’orientamento del progetto. Francesco e Andrea scoprono che Biobacche non solo produce i suoi prodotti, ma sostiene i piccoli esercizi che vogliono inserirsi nella filiera produttiva e non hanno le risorse sufficienti per acquistare i macchinari adatti alla trasformazione della frutta. Biobacche sostiene una filiera, non solo compra e rivende materie prime, assicurandosi una responsabilità e un profilo etico che giustifica ampiamente il prezzo.

Biobacche riesce così a ricavare il suo spazio nel settore gourmet, che guarda alla qualità, alla provenienza e all’autenticità.

Oltre alle bevande detox: miele, cera d’api e recupero della frutta.

Francesco e Andrea oltre alle bevande producono anche il miele biologico, che oltre ad essere un dolcificante naturale ha anche delle ottime proprietà nutritive. Il miele viene prodotto in zone selezionate nel tempo, lontane da fonti di inquinamento e da aree che subiscono trattamenti chimici. Le posizioni scelte per gli alveari garantiscono purezza e forte caratterizzazione
delle fioriture proposte. Luoghi come il Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, o il Parco naturale dell’Uccellina, dove viene realizzata una gamma di 7-8 tipologie diverse di miele. Il processo di smielatura ed invasettamento vengono eseguite senza ricorre a processi di riscaldamento né di microfiltrazione del miele.

È venuta naturalmente fuori l’idea di produrre anche la cera d’api: andando a smielare ne resta molta, e per la campagna natalizia ad esempio sono stati presentati vasetti di miele interamente fatti da cera d’api, in perfetto stile Winnie the Pooh, e amatissimi dai bambini. Ma con la cera d’api si possono realizzare anche bomboniere, vasi, contenitori e oggetti di arredamento.

Infine per valorizzare e recuperare le bucce dei frutti utilizzate per la produzione degli estratti, c’è anche l’idea di realizzare in futuro una gamma di acque ricche di vitamine C. Per alcuni clienti hanno realizzato anche dei buffet, colazioni e confetture, lavorando sempre su misura e ad hoc.

Leggi anche…

Gli estratti depurativi di Biobacche Toscane. Succhi senza zucchero e con frutta fresca realizzati in Toscana

estratti depurativi

Francesco e Andrea preferiscono definire i loro prodotti ‘estratti‘, e non succhi di frutta. Lavorano a freddo la frutta e la verdura, e poi attraverso una tecnica di pastorizzazione riescono a preservare nella bevanda oltre l’80% dei succhi nutritivi. Biobacche realizza questi estratti naturali composti da più ingredienti.

Se ad esempio si abbina il mirtillo selvatico con l’olivello spinoso, si ottiene ‘Svitamine a Go Go‘: bevendo questo estratto si può evitare di prendere la classica compressa di vitamina C di sintesi, e ricevere al suo posto gusto e naturalità, in quanto è ricchissimo di antiossidanti quali antociani e tannini. ‘Profumotto un botto‘ è invece molto indicato per aiutare la lotta al colesterolo: energizzante ed esplosivo. ‘Mi bevo l’orto‘ trova un largo impiego tra gli sportivi: al posto di bere il Gatorade o una bevanda energetica, questo estratto fornisce fibre, sali minerali, carotenoidi e ovviamente idratazione.

Estratti puri: integratori naturali ricchissimi di elementi nutrizionali

Ogni estratto ha un suo particolare profilo nutrizionale: per ottenere questo, Francesco ed Andrea hanno lavorato a lungo con un nutrizionista. Lo stesso concetto viene portato avanti con i cosiddetti ‘estratti puri’, come il 100% mirtillo selvatico, o ribes nero, o bacca di goji. Due cucchiai al giorno di estratti puri possono essere usati per depurarsi o seguire una cura. Questi sono prodotti un po’ più tecnici, quasi degli integratori.

Sia gli estratti di frutta che gli estratti puri sono privi di zucchero.

Estratti di frutta coloratissimi, simpatici e che saltano all’occhio.


È evidente che Francesco ed Andrea abbiano lavorato molto sulla comunicazione dei propri estratti depurativi, in particolare sul naming. Le loro idee migliori sono nate semplicemente stando in piedi di fronte allo scaffale del supermercato, e chiedendosi come due piccoli produttori locali possano far risaltare i propri prodotti, avendo dall’altra parte industrie, mezzi e risorse enormemente più grandi, senza cioè poter utilizzare la leva del prezzo.

Ecco l’esigenza di distinguersi: bisogna poter attirare l’occhio della persona in maniera diversa. Allora prima idea: utilizzare il colore, uscire dall’idea che il prodotto che fa bene è quello farmaceutico, quindi realizzare un’immagine più irriverente, e nomi scherzosi, che possano giocare sull’ironia tipica di noi toscani, e attirare l’attenzione. Uscire dagli schemi quindi per farsi notare, conoscere, attirare la vista e il tatto!

Compra online a Firenze gli estratti naturali di Biobacche

estratti depurativi firenze

Puoi provare queste bevande naturali quando vuoi: fai una spesa online di estratti purissimi Biobacche nel capoluogo toscano! Lasciati ispirare dai nomi degli estratti depurativi: sei più da Profumotto Un Botto o Svitamine a Go Go? Preferisci un bicchiere di Mi Bevo l’Orto o un classico Ace Non Stop? Quale che sia la tua scelta avrai un’esperienza ricchissima di sapori e profumi e, soprattutto, di principi nutrizionali fondamentali per il tuo benessere.

Mangiare bene, aiutare il pianeta.

Ti potrebbe interessare anche…